Forte Ardietti

Costruito tra il 1853 e il 1861 come parte del rafforzamento del campo trincerato di Peschiera effettuato per ordine del maresciallo Radetzky all'epoca comandante delle forze austriache in Italia.

Il Forte Ardietti (o Forte n° VI) venne costruito in seguito agli eventi della Prima Guerra di Indipendenza Italiana (1848-1849) che videro la città cadere nelle mani delle forze Sardo-Piemontesi (30 maggio).

Peschiera del Garda, e con essa il Forte appartiene al cosidetto Quadrilatero, un insieme di quattro città fortificate appoggiate sulla linea dei fiumi Mincio (Peschiera e Mantova) e Adige (Verona e Legnago) che sono il centro del controllo militare austriaco in Italia.

Il Forte venne costruito in due fasi, in una prima fase 1853-1859, scavando il fossato ed edificando le opere in terra, il muro alla Carnot e le Caponiere. Nella seconda fase, 1859-1861 fu edificato il ridotto centrale, il Forte si mostrava quindi come il cardine del campo trincerato ed uno dei forti meglio muniti del quadrilatero, con una guarnigione di 612 uomini e 25 cannoni di vari calibri, tra cui 4 modernissimi pezzi a canna rigata e retrocarica.

Il Forte rimane austriaco fino al 1866 quando a seguito della Terza Guerra di Indipendenza passò di proprietà al Regno di Italia. Questo rimase vera e propria fortezza fino al 1918, dopodichè venne utilizzato come deposito munizione e tale rimase fino al 1998, quando passò al Demanio civile. All'interno sono conservati alcuni pezzi di artiglieria a partire dal 1500 fino alla guerra di Corea (1948-1953)

ORARI DI APERTURA 2019

Dal 13/04 al 30/06  
SABATO – DOMENICA  E FESTIVI                 10.00-12.30  e  15.00-18.30
Saturday - Sunday         
   
Dal 02/07 al 15/09  
TUTTI I GIORNI                           10.00-12.30 e 15.00-19.00
Every Day                              
LUNEDÌ CHIUSO – CLOSED MONDAYS  
   
Dal 15/09 al 13/10  
SABATO – DOMENICA   10.00-12.30  e 15.00-18.00
Saturday - Sunday                  

Biglietto di ingresso singolo maggiorenni € 5,00
Biglietto di ingresso singolo da 14 a 18 anni € 2,00
Ingresso gratuito per i minori di 14 anni

Visitabile con AudioGuida  Acquista Online

Per affittare Forte Ardietti scaricare gli allegati ➡️ 


Ponti Card

Visita al Forte Ardietti e al Castello Scaligero.

L’antico Castello, visitabile con guida, fu costruito dagli Scaligeri nel XII secolo e ad oggi mantiene intatte la torre principale e parte della cortina muraria con cinque torri angolari e merli guelfi. Forte Ardietti (1853-1861), visitabile con guida, all’interno del quale sono conservati numerosi documenti relative alle battaglie risorgimentali e molti cimeli storici.

Acquista Online


Assassin's Creed a Forte Ardietti

Questa primavera una troupe Canadese si è recata al Forte Ardietti per effettuare delle riprese assieme all'associazione Assassin’s Creed Italia, nell'ambito di un documentario rivolto a mostrare la vastità del fandom del franchising del videogioco della Ubisoft a dieci anni dall'uscita del primo capitolo.

L'associazione composta da ragazzi e ragazze che si vestono come i personaggi del videogioco, rappresenta la parte più visibile e anche la più spettacolare di un fandom in rapida espansione e che al giorno d'oggi può affiancarsi a realtà assai più consolidate come le comunità di fan di Star Trek o Star Wars.
Assassin's Creed, il Credo dell'Assassino, parole che sembrano celare qualcosa di terrificante ma che in realtà sono il titolo di una serie di videogiochi che ha oramai 10 anni e a cui bisogna aggiungere un numero sterminato tra spin off, fumetti, e un film uscito quest'anno.
La trama è molto complicata e si dipana per diversi secoli. Narra della lotta tra il bene (gli assassini) e il male (i templari) che ha come prezzo il libero arbitrio dell'umanità. La caratteristica più innovativa, di una storia altrimenti alquanto tradizionale, è il protagonista che vive in due ere distinte, la nostra e il suo passato genetico che può essere richiamato tramite una macchina detta animus che fa rivivere i ricordi dei propri antenati. Una storia affascinante che condita con un gameplay che lascia un’estrema libertà di azione e particolareggiate ricostruzioni ambientali di città del passato come Costantinopoli, la Firenze, la Venezia rinascimentali, la Boston coloniale, la Parigi rivoluzionaria o la Londra Vittoriana, non possono che essere la ricetta di un successo.
Ma perché Forte Ardietti? L'associazione ha deciso di venire al forte proprio per le qualità che lo rendono un unico e perfetto set cinematografico, il suo essere un luogo quasi intatto, come uno scrigno racchiuso nel tempo, e la sua versatilità, che consente di potere adattare i suoi ambienti a molti usi e per molte epoche. Un luogo magico, un luogo da vedere con molti occhi, anche perché "Niente è reale. Tutto e Lecito".